Latest Reviews

mercoledì 18 gennaio 2017

Recensione: Il solo modo di coprirsi di foglie di Laura M.Leoni

Titolo: Il solo modo di coprirsi di foglie

Autrice: Laura M.Leoni 

Casa Editrice: BookMe

Data di pubblicazione: 15 Dicembre 2016

Pagine: 443

Genere: Contemporary Romance 

Prezzo: € 12,67


Trama
Tra le pagine di questo libro incontrerete Daniel, un riservato ragazzo italo-inglese in Italia per l’Erasmus, che cerca l’occasione di camminare da solo e si ritrova travolto da una passione fortissima; Claudia, la sua insegnante d’arte, una donna insoddisfatta e succube di una certa idea di moglie e di madre; e Anita, studentessa con il talento della musica, una voce prodigiosa e un triste segreto celato dietro il sottile paravento di due labbra imbronciate. È il desiderio la forza che manda all’aria questi destini, costringendo i protagonisti a uscire allo scoperto una volta per tutte. Per capire che non esiste difesa dal mondo, dalla luce e dal dolore che a ogni respiro ci trafiggono con la stessa vertiginosa ferocia. Con uno stile semplice e profondo, l’autrice scava nei pensieri, nelle azioni, negli umori e nei traumi nascosti dei suoi piccoli eroi quotidiani, dando voce alla loro voglia di combattere, di non arrendersi, di essere semplicemente se stessi. Perché, parafrasando la magnifica poesia che dà il titolo a questa storia, vivere è il solo modo per coprirsi di foglie.


Good morning Readers,
un altro anno è giunto al termine e per inaugurare questo nuovo anno, ho deciso di parlarvi della mia prima lettura del 2017, si tratta del romanzo di Laura M. Leoni, “Il solo modo di coprirsi di foglie”, edito dalla casa editrice BookMe.

La mia scelta, sul nuovo libro da leggere dipende sempre da vari fattori: buoni consigli, trama coinvolgente, autrici/autori preferiti (a cui non posso non dare la precedenza), titoli e copertine che mi fanno innamorare al primo sguardo. E questa, cari lettori, è proprio la volta in cui la mia scelta è stata completamente influenzata dalla meravigliosa copertina e dal particolare titolo del libro. 

E’ il primo lavoro che leggo di questa scrittrice, ho iniziato tutto un po’ alla cieca ma posso dirvi che ho adorato questo libro dall’inizio alla fine. Perdonatemi se questa volta non riuscirò ad essere tanto schematica e lineare nella presentazione dei personaggi.

Ci troviamo di fronte a tre personaggi diversi, vite diametralmente opposte che, per una serie di casualità, inizieranno ad intrecciarsi e a completarsi. 
Daniel, giovane ragazzo italo-inglese, lascia la sua città per un Erasmus, a Roma. Sullo scenario di questa eterna città, conoscerà le due donne che diventeranno i grandi pilastri della sua vita. Nessun triangolo amoroso tranquilli! 
Non appena trasferitosi, Daniel riesce a trovare un appartamento, che condivide con altri due ragazzi e un lavoretto in un bar, insieme al suo amico tedesco Jan. Durante uno dei suoi turni di lavoro, i suoi occhi incontreranno quelli schivi e misteriosi di una giovane ragazza, Anita. 

“Ha salito i gradini lentamente, ripensando alla serata appena trascorsa, ripensando a lei, alla pelle morbida sotto le sue labbra, ai suoi capelli sparsi sul cuscino, al suo profumo.”

Anita studia medicina, ma di diventare medico proprio non le frega nulla, la sua passione è la musica. E’ una ragazza segnata dal passato e dal peso del presente che, come un macigno, la trascina a fondo ogni volta che cerca di riemergere in superficie. 

Poi c’è Claudia, professoressa d’arte moderna del nostro Daniel. Claudia è una donna insofferente, una donna che si sente soffocare dalla sua monotona vita quotidiana. Una donna stanca della gabbia che la circonda, in cui è rinchiusa. Daniel e Claudia istaureranno un vero rapporto di amicizia e Claudia diverrà per Daniel la sua guida, il suo rifugio e il suo supporto.

Il racconto, è scritto in terza persona, vedremo l’alternarsi delle vite dei protagonisti, nonché il loro mescolarsi. Entrerete subito in empatia con i protagonisti, immedesimarvi in loro credetemi risulterà la cosa più naturale di questo mondo. Ho amato Daniel, un ragazzo riservato, che ha saputo difendere il suo amore e la sua donna. Ho amato il suo schiudersi pian piano, poter assaporare la sua essenza a poco a poco, in modo da capirlo, da viverlo, da trovare una spiegazione per ogni suo comportamento. Ho amato Anita, la sua fragilità, la sua forza, il suo coraggio di dire basta. Ho amato Claudia, nonostante la differenza d’età e la diversità dei problemi che si ritrova ad affrontare. L’ho capita e compresa durante l’intero racconto, magari solo verso le fine mi sarei aspettata un comportamento differente da lei. Ma ho saputo accettare anche questo, perché il percorso di Claudia è perfetto così. Ho provato rabbia e tanta tenerezza dei confronti di Paolo, il marito. 
A tenermi incollata alle pagine non è stata solo la storia d’amore dei due giovani ragazzi ma anche la storia difficile e matura di Claudia e Paolo, anzi a volte avevo letteralmente fame di loro, bramavo le pagine che mi conducevano alla loro storia.

Laura M.Leoni ci propone temi reali e per questo anche difficili come la violenza domestica o violenza psicologica. Questa storia parla del coraggio di affrontare i cambiamenti, del coraggio di spezzare le catene dell’insoddisfazione e della rassegnazione e il coraggio di lottare per quello che realmente ci rende felici. 

“Non fare mai l’errore di pensare che ormai siete una coppia e che niente potrà mai mettersi fra voi due. Non dare mai per scontato quello che avete. La vita ti trascina e ti porta via e sta a te fermarti, prenderti il tempo che ti serve per guardare dove sei arrivato e decidere ogni giorno che sì, è dove vuoi stare, oppure non lo è più, ed è ora di cambiare.”

 Il coraggio di spezzare le catene dell’insoddisfazione e della rassegnazione e il coraggio di lottare per quello che realmente ci rende felici. Accontentarsi di una vita che non vogliamo non è vivere. Sopprimere quelle vocine dentro di noi che dicono basta non è la cosa migliore da fare. Perché prima o poi quelle piccole vocini diventeranno grandi frastuoni e la nostra bolla di sapone scoppierà facendo magari, solo più danni. Siate pronte a cambiare. Il viaggio, che passo dopo passo affronterete insieme ai nostri ragazzi, è un viaggio meraviglioso che scaverà dentro ognuno di voi. 





0 commenti:

Posta un commento

 

Shut up, I'm reading Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang